Chiesa di San Martino in Sopracroda - Cavarzano - Belluno - Parrocchia di Cavarzano

Parrocchia di Cavarzano - Belluno
Vai ai contenuti

Menu principale:

Chiesa di San Martino in Sopracroda - Cavarzano - Belluno

Le Chiese
La chiesa di San Martino di Sopracroda, citata dai documenti sin dal 1392, è stata eretta in una "località solatia e paesaggisticamente splendida da dove si domina la piana di Cavarzano, l'agglomerato urbano ..."

Dal verbale della Visita effettuata dal vescovo Luigi Lollino nel 1599 si apprende che il campanile è di pietra ed ha una campana; attorno alla chiesa esiste un camposanto non ben recintato.

Il tempio, di modeste dimensioni allora come oggi, possiede un solo altare con dossale ligneo e pala in pittura "antiqua cum imaginibus B.V. cum Filio, a parte dextera s. Martini, a sinistra s. Sebastiani".

Sull'altare ci sono i candelabri in metallo e la croce in legno dipinta (dorata?); l'antipetto con cornice lignea è ornato da un "pallio sericeo", cioè da un drappo di seta.

L'inventario delle suppellettili e degli oggetti mobili annovera, tra l'altro, un calice d'argento con piede e patena di rame dorato, alcune pianete contraddistinte da una croce eseguita in seta di diversi colori e quattro mobili non ben descritti.'

La piccola chiesa nel 1613 risulta con il soffitto a volta e pavimento in pietra; ha due finestre a meridione munite da inferriate e altrettante porte disposte rispettivamente ad occidente e a meridione vicino alle quali è murato il vaso lapideo per l'acqua santa. Semplice appare l'aula rettangolare congiunta, tramite l'arco trionfale, ad un piccolo presbiterio rialzato di un gradino. Si accede al campanile (strutturalmente a torre), costruito ad occidente, per mezzo di una porta interna; il modestissimo spazio pavimentale della torre è parzialmente occupato da un "armarium rive credentia"
contenente le sacre suppellettili. È evidente così l'assenza della sagrestia.

Dalla Visita compiuta l'8 ottobre 1639 dal vescovo Giovanni Tommaso Malloni, il cui verbale venne stilato da Donato Bernardi, si rilevano altre importanti notizie di sicuro ausilio per avere una pur schematica idea della nuova tipologia architettonica del tempio e degli arredi contenuti.

In tale precisa data compare infatti per la prima volta l'attestazione dell'esistenza di un "vestibulus, seu atrius" eretto davanti alla porta maggiore; a proposito della "sacra turris" si specifica poi che l'unica campana non è benedetta.

Il sacro edificio, da sempre gelosamente custodito dai frazionisti, è stato recentemente restaurato.  

(da: "Le chiese della parrocchia di Cavarzano" F. Vizzutti)
Via Castellani, 3 - 32100 BellunoMail: parrocchia.cavarzano@gmail.comTel./Fax 0437.32781
Via Castellani, 3 - 32100 Belluno
Torna ai contenuti | Torna al menu